she was a knife, I too naive

Di ritorno sul mio blog non potevo non condividere questa brutta esperienza con voi.

Come forse saprete, nella mia classe siamo praticamente tutte femmine tranne che per due maschi. E’ normale che si instaurino delle simpatie, delle gelosie, insomma dei sentimenti tipici tra donne. Eppure l’amicizia dovrebbe restare o perlomeno finire con serietà e non come se si fosse attori in una telenovela (siamo in quarta, tutti di età tra i 17 e i 19 anni). Non siamo adulti certo, ma ci stiamo comunque incamminando sulla loro strada e dovremmo quindi cercare di mantenere un comportamento che si avvicina al loro. Rispetto prima di tutto.

Bene, da noi accade l’esatto contrario. Si fa a gara a chi è più infantile e sinceramente io mal sopporto l’ambiente. Entro in classe ogni mattina con l’angoscia di quello che potrebbe succedere tra di noi. Ho perso delle amiche lungo la mia via, ne ho acquisite altre. Normale. E invece stavolta no.

Avevo questa sorta di amica con cui avevo buoni rapporti sebbene non fossimo così legate. Si usciva insieme, ci si divertiva. Anche lei amava leggere, ma non nel modo in cui ultimamente lo fanno tutti perché va di moda fare gli alternativi; lei leggeva per evadere dalla nostra società, per avere una seconda opportunità di vedere il mondo in modo diverso. Leggeva le sorelle Brontë, i classici che nessuno ricorda più, i romanzi storici ambientati all’epoca romana… Insomma, era bello parlare con qualcuno di cultura una volta ogni tanto.

E poi è arrivata lei, la tormenta in piena estate, il punto e a capo di una relazione: l’estate.

In pratica non ci siamo viste né scritte per i tre mesi estivi (e vorrei sottolineare che io l’ho cercata, dunque la colpa si capisce di chi sia), al rientro dalle vacanze, si era unita alla massa. Vestiva alternativa, fumava, beveva, ma peggio di ogni cosa erno i libri che leggeva: Colpa delle stelle, Divergent, 50 sfumature di grigio per citarne alcuni.

Un duro colpo eh? E per di più attualmente esce con le più -passatemi il termine- troie e finte della classe.

Bene.

Benissimo.

Tanto se ne vanno tutti prima o poi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...